Platano: quella “banana” che non è una banana

Una delle domande che più spesso mi viene rivolta in negozio è:

Ma che razza di banane sono queste???

Rispondere che quella che a noi potrebbe sembrare una banana in realtà è un tubero ha la capacità di sconvolgere anche le menti più aperte :-D

Il Platano è sbarcato in Europa in seguito al flusso migratorio giunto dalle zone tropicali. Viene consumato largamente in America Latina, in alcune zone dell’Africa (come la Costa d’Avorio) e in India (sotto forma di farina).

Non essendo un frutto, và consumato cotto (NON CRUDO) in tutt’e tre i suoi stadi di maturazione: acerbo (buccia verde), mediamente maturo (buccia gialla) e completamente maturo (buccia nera).

E’ possibile prepararlo in moltissimi modi differenti: fritto, bollito, in umido, caramellato (se si tratta di fare dei dolci), arrostito e farcito.

Anche se non mi è ancora capitato di trovarlo sul mercato, ho letto da qualche parte che i Masai ne ricavano addirittura una birra.

Consiglio a tutti coloro che non l’hanno mai assaggiato di acquistarne anche soltanto uno e di sbizzarrirsi, esistono una moltitudine di ricette…non si ha che l’imbarazzo della scelta! :-D Scrivetemi a lasqualina@gmail.com e vi fornirò la ricetta più adatta ai vostri gusti ;-)

Annunci