Okonomiyaki – Ricetta dal Giappone

お好み焼き

L’Okonomiyaki è uno dei piatti forse più conosciuti della vasta gamma gastronomica Giapponese.

Questo grazie senz’altro a cartoni animati (anime) come Kiss me Licia (“Ai shite knight”) dove il padre Marrabbio non cucinava che quelle nella sua tavola calda e Ranma ½ in cui una delle protagoniste, Ucchan, le preparava con grande maestria e velocità.

Originario di Osaka, era considerato un piatto povero in quanto metteva insieme un po’ alla rinfusa ingredienti economici. Non è trascorso molto tempo però che la ricetta venne raffinata e cominciassero a sorgere su tutto il territorio ristoranti specializzati nella sua preparazione o piccole tavole calde a gestione famigliare con la formula take away (mochikaeri).

La ricetta base prevede un impasto costituito da farina, uova, latte, verza e acqua ma visto che “Okonomiyaki” significa letteralmente “quello che ti piace, cotto alla piastra” si può veramente spaziare con la fantasia!

Come in tutto il mondo, la ricetta dell’okonomiyaki varia a seconda della città in cui viene cucinata. Tuttavia si possono riconoscere fondamentalmente due metodi di preparare questo piatto differenti, l’Hiroshima Yaki (Hiroshima Fu – “alla Hiroshima”) e Kansai Yaki (Kansai Fu – “alla Kansai”).

Hiroshima Fu è una preparazione più complessa in quanto consiste nel preparare l’impasto con farina, acqua e latte e versarlo direttamente sulla piastra rovente (il Teppan); gli ingredienti vengono poi amalgamati insieme attraverso un abile utilizzo delle palette.

Kansai Fu è una preparazione più semplice in quanto è possibile riproporla anche nelle nostre cucine utilizzando semplicemente al posto della piastra una padella antiaderente e mescolando assieme tutti gli ingredienti.

Le due varianti più comuni restano comunque quella di carne, prevalentemente pancetta, e quella di pesce, con i gamberetti.

Prima di passare alla ricetta vera e propria non posso non parlarvi di un ingrediente fondamentale ossia l’Okonomiyaki Sauce (la salsa per l’okonomiyaki). Questa salsa, dal sapore dolce, è composta da varie verdure (quali cipolla, carota, pomodoro, aglio e cavolo) e frutta (solitamente mele, pesca e arancia) ed è la salsa caratteristica, insostituibile e indispensabile per un vero Okonomiyaki

 

Ingredienti per 1 okonomiyaki :

1 etto di farina 00

1 uovo

5 foglie di verza

1 bicchiere d’acqua tiepida

Brodo dashi

2 fette di pancetta o 200 gr di gamberetti sgusciati

Maionese giapponese

Salsa di soia (shoyu)

Okonomiyaki sauce

Olio di semi

Innanzitutto cominciate con il tagliare le foglie di verza a pezzettini prima in senso orizzontale e poi in verticale e mettetele da parte.

In un recipiente unite la farina, l’uovo e il bicchiere d’acqua nel quale avrete disciolto mezza bustina di dashi granulare. Mescolate bene fino ad ottenere un composto più denso e senza grumi tipo quello che si usa per fare le crespelle. Aggiungete infine i pezzettini di verza e mescolate ancora. Lasciate riposare il composto per almeno 15 minuti in frigorifero.

Per la cottura utilizzate una pentola antiaderente con l’aggiunta di un filo d’olio. Alzate la fiamma, fate scaldare bene il fondo della padella. Per capire se è sufficientemente calda, lasciate cadere un cucchiaino di pastella e guardate se inizia a cuocere velocemente.

Quando aggiungete la pastella abbassate la fiamma, continuate la cottura per qualche minuto e aggiungete poi gli ingredienti che desiderate (la pancetta, i gamberetti o qualsiasi altra cosa voi preferiate).

Per capire se la vostra okonomiyaki è pronta ci sono due modi:

  1. alzate leggermente il bordo dell’impasto. Quando comincerà a prendere colore voltatelo dall’altra parte;
  2. provate ad inserire una forchetta al centro dell’okonomiyaki. Se, estraendola, l’impasto dovesse essere ancora liquido dovrete chiaramente aspettare ancora qualche minuto. Se, caso inverso, incontrerete un po’ di resistenza inserendo la forchetta all’interno dell’impasto, potrete apprestarvi a spegnere il fornello.

Servite la vostra okonomiyaki cospargendone la superficie di okonomiyaki sauce e, a vostro piacere, di maionese giapponese e guarnendola con pezzetti di alga nori, katsuobushi o gari. Potete accompagnarla anche alla salsa di soia (shoyu).

Okonomiyaki su Teppan

Annunci