Paprica – Paprika

La paprica non può essere considerata una vera e propria spezia in quanto è il prodotto della macinazione dei semi e della polpa di differenti tipi di peperoncini secchi. Di conseguenza l’intensità dell’aroma piccante dipende del tipo di peperoncino usato nella macinazione e, soprattutto, se ne viene macinata unicamente la polpa o il frutto intero compresi i semi.

La paprica è ricca di minerali (calcio, sodio, potassio, ferro, manganese, selenio, magnesio e fosforo) e di vitamine (B1, B2, PP, B5, B6, C, E, K, Folati).

Ha un aroma delicato, lievemente piccante, abbastanza aromatico ed è ottimo per esaltare il gusto delle pietanze senza tuttavia prevalere. Generalmente viene utilizzata con la carne, i formaggi, la panna, i pomodori, la cipolla e insieme ad altri mix di spezie.

In Ungheria il suo raccolto viene vissuto come un momento di gioia. L’8 settembre le donne indossano i loro vestiti più sgargianti, raccolgono i peperoni nei campi, li infilzano con ago e filo fino a formare delle lunghe ghirlande che poi appendono spesso alle mura delle case.

Secondo la leggenda una giovane contadina ungherese, costretta a vivere con la forza nell’harem di un pascià turco a Buda, spiò a lungo i giardini del palazzo mentre coltivavano i peperoni e, una volta liberata, insegnò ai contadini del suo villaggio a coltivare la paprica.

Annunci